fbpx

Peeling chimico

Peeling chimico

Il peeling chimico è un trattamento estetico che stimola, attraverso l’applicazione di una sostanza chimica sulla pelle, la esfoliazione ed il conseguente ricambio della pelle.

Il peeling chimico agisce nella pelle attraverso l’azione di vari meccanismi:

 stimola la rigenerazione (turnover) cellulare rimovendo ed esfoliando le cellule morte dello strato corneo provocando una vera e propria accelerazione del ricambio cellulare che avviene già naturalmente nel derma.

Elimina le cellule della pelle danneggiate e degenerate, che vengono sostituite da cellule epidermiche normali.

Produce un’infiammazione che attiva la produzione di collagene ed elastina (rivitalizzazione e ringiovanimento del derma mediante stimolazione dei fibroblasti con formazione di collagene autologo).

Peeling - prima del trattamento
Peeling – prima del trattamento
Peeling - dopo 1 seduta
Peeling – dopo 1 seduta

Un peeling può quindi agire sia a livello del derma più superficiale o a livello più profondo, ma ricordiamo che piuttosto che eseguire un peeling profondo, con i possibili rischi ed effetti indesiderati, è consigliato eseguire varie sedute di peeling superficiali o al massimo di media profondità.

Patologie ed inestetismi che possono essere trattati con il peeling:

  • Cheratosi e invecchiamento cutaneo
  • Cicatrici da acne
  • Smagliature
  • Rosacea
  • Discromie (macchie della pelle – lentigo senili – melasma – cloasma ecc.)
  • Acne
  • Dermatite seborroica
  • Radiodermiti
  • Rughe sottili


Quali risultati si possono ottenere con il peeling?

Migliorare l’aspetto della pelle rimuovendo gli strati più superficiali dell’epidermide dando tono, elasticità, turgore, luminosità alla pelle stessa: pelle più giovane e più chiara.

Quali sono i tempi di guarigione?

Il tempo di guarigione è variabile tra 4 e 12 giorni a seconda della concentrazione utilizzata nel peeling e della profondità d’azione dello stesso.

Quali sono i disagi del periodo post- peeling?

Rossore ed inscurimento della pelle (solo per il peeling di media profondità
per alcuni giorni dopo il trattamento, esfoliazione per 8-10 giorni della stessa a seconda del tipo di peeling usato.

Quali sono i rischi della procedura di peeling?

Rari casi di infezioni o esiti cicatriziali per i peelings di media profondità.

peeling chimico
prima e dopo caso 1

 

peeling chimico
prima e dopo caso 2

I vari tipi di peeling

I peeling possono essere classificati e suddivisi a seconda del tipo di sostanza chimica che contengono oppure a seconda della profondità nella pelle a cui agiscono.

In base alla profondità d’azione nel derma distinguiamo quindi:

  • peeling molto superficiali,
  • peeling superficiali,
  • peeling medio-profondi,
  • peeling profondi.

Peeling molto superficiale
Il Peeling molto superficiale rimuove soltanto lo strato della pelle più superficiale e si esegue con applicazione di soluzioni di acido mandelico e/o glicolico in combinazione a concentrazioni variabili tra il 50% e il 70%.

Utile per ottenere una rimozione dell’opacità cutanea e ridare luminosità alla pelle e per attenuare le pigmentazioni superficiali. 

Il tempo dell’applicazione è variabile a seconda del tipo di pelle del paziente. 
Il fastidio provocato durante il trattamento è una lieve sensazione di pizzicore diffuso della zona trattata per qualche minuto.

La desquamazione, compare dopo 3 giorni circa e dura 5-7 giorni. 

A causa della sua azione leggera, non è indicato per cancellare in estetismi quali cicatrici e rughe profonde. E’ consigliato eseguire più sedute per avere un risultato soddisfacente.

Il Peeling superficiale
E’ indicato per: Acne
- Cicatrici da acne
- esiti cicatriziali 
- iperpigmentazioni quali lentiggini solari e melasma 
- rughe superficiali delle guance e del contorno occhi.

L’azione é più intensa così come il post peeling sarà un po’ più impegnativo: un rossore che durerà un po’ di più accomnpagnato da un’esquamazione che potrà durare per 7-10 giorni del tutto controllabile con una buona crema idratante.

E’ consigliato sottoporsi anche per questo peeling a più sedute per avere un ottimo risultato.

Un nuovo peeling é quello con TCA Modulato PRX T33. Un peeling per tutte le stagioni che non dà fotosensibilizzazione, pigmentazioni post-infiammatorie e pigmentazioni emosideriniche, no frost, no eritemi persistenti.

I peelings profondi e molto profondi sono di difficile gestione: la pelle va in necrosi diventa scura il dolore è intenso la possibilità di esiti cicatriziali e di infezioni aumenta in modo esponenziale.

Sono da affrontare in situazioni gravi che comunque possono essere trattate anche con altri metodi come il LASER o il FELC (flusso di elettroni convogliato) che danno risultati più mirati e con un post operatorio molto più gestibile e meno drammatico.

peeling chimico
prima e dopo caso 3