fbpx

Mento: miglioramento aumento e correzione

L’aumento, la correzione e il miglioramento del mento (in inglese Chin Wire Enhancement™) mira anche a migliorare il profilo del viso. Ciò può essere ottenuto per mezzo di impianti protesici e/o la modifica della forma dell’osso, oppure temporaneamente (circa 1 anno di durata) con l’iniezione di filler nelle zone iposviluppate del mento.

In alcuni casi, l’armonizzazione della silhouette del viso e l’aumento del mento possono essere eseguite contemporaneamente con la rinoplastica. L’impianto chirurgico è posizionato sulla parte superiore del mento con anestesia locale o generale. In genere è necessario il ricovero ospedaliero. La maggior parte degli aumenti del mento sono eseguiti con protesi al silicone.

È possibile creare un aspetto più piacevole utilizzando i FILLER. Dopo l’impianto di solito si presenta un edema locale che si risolve in breve tempo. Il risultato è subito apprezzabile e normalmente si esegue un “ritocco” a 10 giorni dall’impianto iniziale per ottimizzare il risultato.

Oggi possiamo ottenere dei risultati pregevoli e di lunga durata inserendo nel mento un filo elastico assorbibile estremamente compatibile con il nostro corpo (filo di sutura usato da decenni in chirurgia). Il filo è leggermente elastico, ha una superficie “intrecciata” ed è composto di POLICAPROLATTONE, un materiale che si riassorbe nell’arco di 24-48 mesi lasciando al suo posto una sorta di legamento fibroso naturale che permette di mantenere il risultato nel tempo.


L’intervento è ambulatoriale e si esegue in anestesia locale in poco tempo: si potrebbe azzardare dicendo che è un minilifting della pausa pranzo (anche se questo termine non mi aggrada affatto in quanto rimane sempre e comunque un intervento chirurgico, se pur minimo, a cui va data tutta la nostra attenzione e professionalità). Il ritorno al sociale è immediato come anche il risultato.
Non vengono dati punti di sutura e i piccoli fori di accesso per inserire il filo nel sottocute (meno di 1 mm. di diametro) si chiudono spontaneamente. Non vengono assolutamente interessate le strutture ossee.

Questo intervento appartiene alla MININVASIVE AESTHETIC SURGERY che si sta sviluppando e diffondendo anche nel nostro paese e che pratico con molta soddisfazione in quanto si riesce a dare un pregevole risultato estetico e funzionale riducendo al minimo il post operatorio nel rispetto della persona e dei tessuti biologici.

Contestualmente al Chin Wire Enhancement è possibile associare all’intervento di aumento del mento anche quello di RINOWIRE, cioè il sollevamento della punta del naso sempre con il filo elastico (il procedimento è simile).

 


mento miglioramento