fbpx

Come migliorare il proprio seno

Per migliorare la forma e la “qualità” del proprio décolleté ,grazie a semplici accorgimenti, non occorre a tutti i costi sottoporsi ad un intervento chirurgico, potrete avere dei netti miglioramenti con poco impegno.

Questi consigli valgono anche per chi si è già sottoposta ad un intervento di mastoplastica adittiva oppure ad un intervento di aumento volumetrico del seno con l’Hydrogel, come quello che faccio alle mie pazienti. Consigli che mi premuro di dare loro dopo l’intervento e che ora voglio mettere a disposizione di tutte le donne.

L’alimentazione

Tra le cose più importanti c’è sicuramente l’alimentazione, la cosa migliore è prediligere alimenti ricchi di fitoestrogeni e ormoni vegetali in grado di migliorare l’aspetto del seno.

Tra gli alimenti più validi ci sono sicuramente soia, orzo, germe di grano, uva rossa, luppolo, avena, salvia, cumino, fagioli e ceci, ortaggi a foglia verde.

Questi alimenti, combinati con l’assunzione di tanta acqua, aiutano a rendere più tonico e turgido il seno, migliorandone così l’aspetto complessivo.

Gli esercizi

Fare esercizi per il seno (e quindi per i pettorali) aiuta tantissimo a combattere la forza di gravità che porta il seno ad essere “calante” e a farlo apparire molto più tonico e alto.

Di esercizi ce ne sono tanti e per tutti i gusti ma, se volete allenarvi a casa senza troppo sforzo, vi consiglio questo:

appoggiate i palmi delle mani al muro tenendo le braccia tese e posizionate in corrispondenza delle spalle. Flettete poi le braccia piegando i gomiti fino ad arrivare a sfiorare il muro con il viso e tornate in posizione.

Ripetete l’esercizio per 15 volte, fate una pausa e ripetete il tutto per altre 2 serie.

Esercizi a parte la postura è molto importante.

“Schiena dritta e petto in fuori”, come si diceva un tempo, non è una banalità ma è un altro segreto per avere un seno sodo e tonico.

Un eccessivo incurvamento delle spalle può peggiorare l’aspetto del seno, causando il rilassamento della pelle, il seno risulta più cadente.

Quando siete sedute alla scrivania ,al pc, al lavoro o a scuola dovete sedere sempre in una posizione corretta, con le spalle dritte, non chine in avanti: è un consiglio che vale sempre, ma in questo periodo di contingenza vale ancor di più.

E quando camminate dovete immaginare di avere sopra la testa un libro che non deve cadere e quindi portate indietro le spalle: petto in fuori e pancia in dentro.

Il massaggio

Un massaggio è sempre un’ottima idea e per quanto riguarda il seno, un massaggio rassodante è quanto c’è di meglio per ottenere un seno perfetto.

Questo tipo di massaggio infatti è specificatamente studiato per dare più tono ed elasticità alla pelle, stimolando il tessuto ghiandolare e la muscolatura pettorale sottostante.

Gli oli essenziali e le creme

Se volete rendere ancor più efficace il massaggio rassodante abbinati agli oli essenziali, che aiutano ad enfatizzarne i benefici. Ci sono oli essenziali adatti sia per chi ha un seno piccolo e per chi ha un seno grande.

Acquistate un gel a base di Aloe Vera e fatelo assorbire in profondità dalla pelle del seno. Il massaggio unito al gel aiuterà a rendere più tonica la pelle. Molto utile anche l’olio di mandorle, che migliora la circolazione sanguigna utile a “sollevare” il seno.

Se volete invece fare da sole vi consiglio di preparare per un seno piccolo un olio tonificante da massaggio con 4 gocce di olio essenziale di finocchio, 2 cucchiai di olio di mandorle e 4 gocce di geranio.

Nel secondo caso, per un seno voluminoso, invece aggiungete a un cucchiaio di olio di jojoba, 3 gocce di menta, 1 cucchiaio di crema a base di burro di karitè, 3 gocce di cipresso e 2 gocce di olio essenziale di lemongrass. Grazie a questo mix di oli e burri otterrete infatti un seno più voluminoso.

In entrambi i casi ricordate di massaggiare sempre il seno con movimenti ascendenti, senza mai farlo pendere verso il basso, ma aiutandolo a tornare “in posizione” alta.

Per quanto riguarda le creme sono ottime quelle che usano le donne in gravidanza e post gravidanza, sono molto elasticizzanti e prevengono le smagliature.

Il ghiaccio

Il punto più dolente per tutte! Se infatti siete davvero disposte a tutto pur di avere un seno più tonico e più alto, il trattamento d’urto più efficace è quello di appoggiare sul seno del ghiaccio ogni 2/3 giorni.

Lo shock termico farà irrigidire i tessuti che quindi si alleneranno e riprenderanno più tono e più elasticità perché l’abbassamento della temperatura provoca prima una contrazione, poi una dilatazione dei capillari, con conseguente aumento del flusso sanguigno in superficie.

Il reggiseno

E’ importantissimo per la salute e la cura del seno indossare sempre un reggiseno.

Non importa la taglia che portate, anche se avete un seno di piccole dimensioni l’uso costante del reggiseno aiuta ad evitare la “caduta verso il basso” limitando i danni causati dalla forza di gravità.

Inoltre, durante l’attività fisica ricordatevi di indossare un reggiseno sportivo che protegga il seno dai microtraumi a cui è sottoposto durante l’allenamento.

Indossate un top imbottito ed elasticizzato che dia il giusto sostegno al seno.

Il reggiseno sportivo serve per proteggere il seno quando si è in movimento, preservandone la tonicità.

Questo vale anche per chi è portatrice di protesi e per chi ha fatto l’aumento volumetrico con l’hydrogel o con il proprio grasso.

Non indossate però reggiseni con ferretto per troppe ore al giorno perché se particolarmente stretto e indossato per lunghi periodi o addirittura la notte, può determinare una stasi della linfa con conseguente indolenzimento delle mammelle e dei cavi ascellari.